Sezioni del sito

Cerca nel sito

Politecnico di Milano

Dipartimento di Ingegneria Gestionale

P.zza Leonardo da Vinci 32 - 20133 - Milano

Voi siete qui:

Prof. NOCI GIULIANO

Professore Ordinario

Curriculum

Nato a Mantova il 19 ottobre 1967, si è laureato in Ingegneria Gestionale al Politecnico di Milano conseguendo la votazione di 100/100 cum laude.

Attualmente Professore Ordinario di Marketing al Politecnico di Milano. Prorettore del Polo territoriale cinese, delegato del Rettore per la Federazione Russa, Amministratore Delegato di Polimilano Educational Consulting Ltd – società creata dall’Ateneo milanese per realizzare progetti di formazione post graduate e trasferimento tecnologico in Cina - e Presidente di Explora – la neo-costituita società (partecipata da Camera di Commercio di Milano, Regione Lombardia e Expo SpA) per la valorizzazione in chiave internazionale dell’offerta turistica e culturale connessa con Expo 2015 Milano -.
Ha maturato una lunga esperienza nella direzione e gestione di progetti complessi tanto nel settore della ricerca quanto in quello della innovazione amministrativa coordinando numerosi soggetti e dirigendo risorse umane in Italia ed all'estero, bilateralmente e multilateralmente.

È Research Fellow alla Jiao Tong University, a Shanghai e Honorary Advisor dell’Advanced Management Program in Fashion and Luxury della Tsinghua University, a Pechino. In Cina ha avviato numerosi progetti di ricerca, formazione e trasferimento tecnologico tra i quali: Centro di ricerca e formazione sul sistema fieristico cinese, in collaborazione con l'Antai College of Economics & Management; numerosi progetti di formazione executive sul tema del Brand e Innovation Management, del marketing digitale in collaborazione con la Tongji University. Dal 2004 al 2010 è stato componente dell’Organismo Indipendente di Valutazione del Ministero dell’Interno; dal 2001 al 2012 è stato componente del Comitato Direttivo del Mip – la business school del Politecnico di Milano – con deleghe al Marketing e alla Comunicazione, allo sviluppo di progetti di internazionalizzazione e alla gestione dell’ICT. Dal 2006 al 2012 è stato vice direttore del Dipartimento di Ingegneria Gestionale del Politecnico di Milano.

Ha coordinato numerosi progetti volti ad affermare nuovi modelli organizzativi e gestionali nella Pubblica Amministrazione italiana, con specifico riferimento ai processi di digitalizzazione dei servizi erogati dagli enti locali. Un tratto comune dei suoi lavori riguarda la particolare attenzione dedicata alla progettazione e gestione di esperienze di valore per l'efficienza delle pubbliche amministrazioni, il mercato (marketing esperienziale) ed il Marketing 2.0, analizzando il ruolo di Internet e dei social network nel promuovere una migliore relazione tra PA e cittadini, modificare preferenze e decisioni di acquisto e/o viaggio rispettivamente di consumatori e turisti. Ha contribuito alla costituzione di Osservatori dedicati al monitoraggio dei cambiamenti in atto nel rapporto impresa-mercato, impresa-Pubblica Amministrazione ed ha effettuato attività di consulenza per importanti pubbliche amministrazioni, imprese industriali e di servizi operanti in Italia e all’estero.

È inoltre responsabile scientifico dell’Osservatorio sulla Multicanalità, del Laboratorio sulle Convergenze Mediali, dell’Osservatorio sul Mobile Marketing and Service e dell’Osservatorio sull’eGovernment della School of Management del Politecnico di Milano. Ha realizzato molteplici progetti rivolti al sistema delle piccole e media imprese italiane prestando particolare attenzione alle realtà dei distretti industriali, formulando proposte sulle nuove dimensioni della competitività delle eccellenze del manifatturiero italiano. È esperto di marketing, marketing territoriale e eGovernment. A questo proposito, ha sviluppato numerosi progetti volti ad analizzare il ruolo delle tecnologie dell’informazione e comunicazione per la promozione del Made in Italy – nelle sue differenti accezioni: prodotti, territori e beni culturali.

Sul fronte delle attività di trasferimento tecnologico, ha assunto la direzione di numerosi e importanti progetti sia su scala nazionale che internazionale. Nell’ambito di queste iniziative, ha coordinato gruppi di lavoro molto ampi e interagito con molteplici enti locali, centrali e ministeri nella prospettiva di introdurre sistemo di governo dell’innovazione orientati all’efficienza e all’efficacia. In questo quadro, tra gli altri si fa riferimento a:

  • la realizzazione di un Parco Tecnologico virtuale nell’ex area Autobianchi di Desio (nell’ambito di un progetto del Fondo Sociale Europeo);
  • l’implementazione, come coordinatore per la Lombardia, di servizi a supporto della gestione dell’innovazione di prodotto e di processo nelle piccole e medie imprese (progetto comunitario denominato ADAPT DO realizzato in collaborazione con le Università di Plymouth e Exeter, United Kingdom, e Aster- Paris South, France);
  • l’introduzione di piattaforme e strumenti di eGovernment nella pubblica amministrazione italiana. Attualmente i suoi progetti “vivono” in centinaia di comuni della Regione Lombardia, sono in fase di implementazione negli enti locali della Regione Calabria, nelle regioni Emilia Romagna e Piemonte;
  • la realizzazione – congiuntamente con il Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica - di un progetto per il coordinamento delle migliori esperienze nazionali di sviluppo di soluzioni open source e di riuso di piattaforme gestionali per la Pubblica Amministrazione con quelle sviluppate negli altri Stati Membri e presso la Commissione, al fine promuovere la convergenza dei sistemi adottati verso adeguati livelli di interoperabilità e integrazione necessari per la gestione dei processi attuativi, di monitoraggio, controllo e rendicontazione della politica di coesione, che riscontrino al contempo i requisiti previsti dal sistema di monitoraggio e controllo dei Fondi strutturali 2014-2020;
  • la progettazione – congiuntamente con il Dipartimento degli Affari Regionali – del “Laboratorio eGovernment” finalizzato allo sviluppo e all’applicazione di un framework di quantificazione degli impatti dei progetti di innovazione finanziati dal Programma ELISA, l’analisi e l’astrazione di modelli di gestione di progetti di innovazione e la sensibilizzazione degli attori chiave attraverso la diffusione delle risultanze e quindi delle buone pratiche;
  • lo sviluppo di un sistema di benchmarking a livello europeo della Public Sector Innovation, con particolare focus sulla misurazione delle performance dell’eGovernment comparando i diversi Stati europei (progetto comunitario in fase di start up);
  • la formulazione, per conto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, di linee guida di intervento per l’introduzione delle tecnologie dell’informazione e comunicazione nei distretti tessili e metalmeccanici italiani, con specifico riferimento alle regioni dell’Italia meridionale;
  • la riprogettazione e digitalizzazione dei rapporti di fornitura nel sistema tessile-abbigliamento (TextileBusiness e I-Cast) e nel contesto metalmeccanico (MetalC): si tratta di progetti co-finanziati dalla Regione Lombardia congiuntamente con l’Unione Europea e che sono diventati best practice a livello nazionale e internazionale; in particolare, TextileBusiness è stato giudicato caso di eccellenza nell’ambito del rapporto eBusiness W(at)tch dell’EU. In virtù di queste esperienze, è stato – a ottobre 2009 e 2010 - l’unico speaker italiano nella conferenza annuale organizzata dall’Associazione Tessile Mondiale, che ha visto, tra gli altri, la presenza di Gerhard Schröder (ex cancelliere della Repubblica Federale Tedesca) e Edmund Phelps (premio nobel all’economia nel 2006);
  • la definizione – nell’ambito di un progetto comunitario denominato MEPI - di un sistema per il benchmarking (a livello cross-nazionale) delle prestazioni ambientali di settori industriali ad alto impatto sull’ecosistema
  • l’identificazione del nuovo concept di eventi fieristici in virtù del ruolo giocato dalle tecnologie digitali e dalle nuove esigenze del sistema delle imprese italiane nel contesto globale (rivisitazione di “Made in Steel” e “Festivity”);
  • l’analisi delle caratteristiche distintive del mercato dell’arredo in Cina e la conseguente definizione di un possibile percorso di marketing per le imprese italiane (progetto realizzato per conto di Federlegno-Arredo);
  • l’introduzione di un modello strutturato di marketing presso il Bureau of Shanghai World Expo Coordination (l’ente che si sta occupando di gestire l’Expo di Shanghai 2010). Nell’ambito di questo progetto, è stato invitato a dicembre 2008 dalla Municipalità di Shanghai a tenere un keynote speech nell’ambito di una conferenza volta ad illustrare le ricadute dell’esposizione universale del 2010 per l’immagine di Shanghai nel mondo;
  • la realizzazione del piano di marketing territoriale del Comune di Milano (edizione 2008) nell’ambito del quale ha coordinato un tavolo in cui erano rappresentate tutte le università milanesi, che attraverso l’analisi del sistema delle percezioni della target audience e l’introduzione di un modello strutturato di benchmarking (rispetto a città straniere operanti nello stesso raggruppamento strategico) ha individuato alcune ipotesi di piani di promozione volti a veicolare (a differenti pubblici di riferimento) le molteplici dimensioni di valore che contraddistinguono la città di Milano;
  • la progettazione, congiuntamente con la Regione Lombardia, di una serie di itinerari  culturali volti a valorizzare il patrimonio regionale;
  • l’identificazione e realizzazione, nell’ambito del Master Plan di Explora, di un piano di promozione digitale di itinerari culturali della Lombardia e delle Regioni limitrofe;
  • la progettazione di strategie di marketing multicanale nell’ambito di primarie imprese italiane e multinazionali.

Sul fronte delle attività di ricerca, i suoi studi si sono focalizzati primariamente sulle tematiche riportate nel seguito.

Progettazione di nuovi modelli organizzativi e gestionali nelle amministrazioni pubbliche (e-Government). Nell’ambito di questo filone di ricerca, l’attività di studio si è orientata sui seguenti temi:

  • la formulazione di nuovi modelli di interazione web based tra pubblica amministrazione e sistema dell’utenza (cittadini e imprese);
  • la progettazione e la verifica sul campo di nuovi modelli organizzativi fondati su: (i) la centralità della dimensione processo, (ii) un principio di piena integrazione tra gestione operativa e programmazione operativa e strategica;
  • l’identificazione e la sperimentazione di un nuovo modello di gestione delle attività di Sportello Unico delle Attività Produttive;

 

L’attività di ricerca condotta in quest’area tematica ha portato alla realizzazione di pubblicazioni, alla partecipazione a numerosi convegni nazionali e all’attuazione di importanti progetti sul campo, che hanno visto il coinvolgimento di Tribunali e Procure (in primis, di Milano) e molteplici enti pubblici operanti sia su base locale che nazionale. Attualmente è direttore scientifico dell’Osservatorio eGovernment della School of Management del Politecnico di Milano, che viene realizzato con il supporto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ANCI, UPI, CISIS, Retecamere e ABI.

Analisi del ruolo giocato dalle tecnologie dell’informazione e della comunicazione per la competitività e la gestione di impresa. In questo ambito, ha focalizzato l’attenzione su:

  • lo studio dei nuovi business generati da Internet con l’obiettivo di individuare le implicazioni della Rete sull’assetto del sistema industriale e, più in generale, del sistema socio-economico;
  • l’analisi degli impatti indotti dalla Rete sul commercio tradizionale e le modalità di integrazione tra processi di eCommerce e negozi tradizionali;
  • lo studio dell’impatto di Internet sui processi di approvvigionamento nelle piccole e medie imprese, con specifico riferimento al sistema tessile-abbigliamento e metalmeccanico;
  • la disamina del ruolo giocato da Internet nell’affermazione di un paradigma di co-creazione del valore/innovazione tra impresa e cliente;
  • l’analisi dell’impatto sul processo di marketing delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione.


L’attività di ricerca condotta in quest’area tematica ha portato alla realizzazione di pubblicazioni, alla partecipazione a numerosi convegni nazionali e all’attuazione di importanti progetti sul campo, che hanno visto il coinvolgimento di primarie imprese italiane operanti sia nel mondo industriale che editoriale. Attualmente è direttore scientifico dell’Osservatorio sulla Multicanalità (realizzato in partnership con Nielsen Group) e del Laboratorio delle Convergenze Mediali, che vede il coinvolgimento di RAI, Mediaset, RCS, dei più importanti centri media del Paese (WPP e Gruppo Testa) e dei principali investitori pubblicitari (tra cui Barilla, Enel, Poste e Intesa San Paolo).


Marketing territoriale e fiere. Gli studi si sono focalizzati sull’individuazione di modelli innovativi per la definizione e valorizzazione dell’identità di un territorio anche grazie al supporto delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. In questo quadro, particolare attenzione è stata dedicata a:

  • la definizione di cruscotti strategici e operativi per supportare il governo territoriale;
  • l’analisi del cambio di paradigma richiesto agli eventi fieristici nell’ottica della promozione dell’industria locale e del turismo.


La base di conoscenza sviluppata in questo ambito è stata valorizzata in numerosi convegni e progetti, tra i quali:

  • Piano per la Competitività della Provincia di Como commissionato dalla Camera di Commercio di Como
  • Collaborazione con Fiera Milano nel rinnovamento in chiave visitor-centric del concept di Livinluce ed Enermotive;
  • Progetto Festivity (in collaborazione con Abis Analisi e Strategie) per conto di Assogiocattoli, volto a rinnovare il concept della manifestazione Festivity;
  • Progetto EVA, finanziato dal Programma regionale di ricerca in campo agricolo 2010-2012 e che mira a individuare strategie di valorizzazione della Mela di Valtellina IGP e nuovi modelli di business per accrescere la redditività degli operatori della coltivazione e della trasformazione della Mela di Valtellina IGP, al fine di combattere fenomeni di abbandono della coltura, abbandono della campagna e favorire un turismo destagionalizzante nell’area valtellinese.


Marketing relazionale. A questo livello, la ricerca si è concentrata su due temi principali:

  • l’analisi dei fattori critici di successo dell’implementazione di strategie di customer relationship management. Più precisamente, gli studi si sono orientati su tre direttrici principali: l’individuazione dei fattori critici di successo dei progetti di customer relationship management, l’individuazione di strategie sostenibili volte a valorizzare il capitale relazionale di un’impresa e l’identificazione di sistemi di misura delle prestazioni fondati su una visione cliente centrica;
  • l’individuazione delle possibili modalità di integrazione della dimensione esperienza nella fase di progettazione dell’offerta di un’impresa. In questo quadro, la ricerca si è concentrata inizialmente sulla definizione del concetto di esperienza e successivamente nella comprensione del ruolo giocato da tale dimensione nel processo di acquisto di differenti tipologie di beni.


Ambiente e competitività di impresa. A questo livello, l’attività di ricerca si è focalizzata sullo studio delle implicazioni del “fattore ambiente” sulla competitività di impresa e sui sistemi di gestione (con particolare riferimento alle piccole e medie imprese) e si è tradotta nell’apertura di nuovi filoni relativi a:

  • lo studio dei processi di sviluppo di nuovi prodotti in chiave eco-efficiente;
  • l’individuazione di nuovi modelli di cooperazione tra pubblica amministrazione e sistema delle imprese in un’ottica di sviluppo sostenibile;


L’attività realizzata ha permesso la partecipazione a progetti finanziati dall’UE e la realizzazione, per conto della Regione Lombardia, di progetti volti alla definizione di politiche industriali orientate alla eco-compatibilità.
È autore di numerosi libri e articoli, pubblicati su riviste scientifiche internazionali, alcuni dei quali premiati come migliori saggi dell’anno a livello internazionale. Tra le ultime sue pubblicazioni, in particolare: “Mobile marketing. Oltre le App... per una vera strategia multicanale” e “Marketing reloaded. Leve e strumenti per la co-creazione di esperienze multicanale”.

È opinionista del TG1, TG2, Rainews24, SkyTg24, Bloomberg TV, France Press, Corriere della Sera, Il Sole 24 Ore, Radio24 e Class CNBC

Link Pagine Personali

Aree

  • Management

Sottoaree

  • Strategic Management, Innovation Management and Organization

Riferimenti docente

Servizi

Altre lingue

Intranet